Luglio 6, 2020 Filippo Angeloni

Bitcoin Group Se, meglio non investirci se…

In questo articolo parleremo dell’eterno dibattito tra l’investimento in asset produttivi e l’investimento in asset non produttivi.

Vedremo anche se ha senso investire in Bitcoin Group Se. Una piccolissima società tedesca che in qualche modo lavora nel campo delle criptovalute.

Bitcoin, come l’oro non è un asset produttivo, non produce flussi di denaro. Non produce nulla, non rilascia ne dividendi ne cedole… la possibile crescita del suo valore non è confermata e giustificata dall’apprezzamento di valori (asset e voci) inseriti in bilancio.

Se investi e rimani investito in Bitcoin devi augurarti che qualcuno dopo di te sia disposto a comprare Bitcoin (o anche l’oro) ad un prezzo più elevato rispetto a quello che hai pagato te…

In tanti non comprendono questo fatto, e lo danno frettolosamente per schema ponzi. L’oro funziona però alla stessa maniera.. semplice legge della domanda e dell’offerta, anche l’oro quindi è uno schema ponzi?

(si l’oro ha delle funzioni, anche Bitcoin però… pseudo anonimato, incensurabilità, inpignorabilità, non inflazionabile…)

Ti ho già parlato qui di come riconoscere gli schemi ponzi, ti consiglio di rimuovere qualsiasi pregiudizio tu abbia su Bitcoin e di iniziare a studiarlo…

Le azioni invece sono asset produttivi, asset che generano ricchezza tramite la crescita mondiale, tramite i dividendi…. e l’apprezzamento del valore del titolo è confermato (è opinabile oramai per certe aziende…) dalla crescita degli asset tangibili ed intangibili in bilancio.

Warren Buffet e tutti i value investor non tollerano in alcun modo anche solo l’idea di poter investire in asset non produttivi. Warren infatti detesta anche l’oro (e anche l’argento) non solo Bitcoin.

Bitcoin per lui è veleno per topi al quadrato, ma anche l’oro non è messo molto meglio secondo la sua visione.

Secondo la dottrina del value investing infatti vi è una profonda differenza tra speculazione ed investimento

l’investimento è un’attività finalizzata all’accumulo di ricchezza nel tempo.

Come si fa ad accumulare ricchezza nel tempo?

lo si fa partecipando ai flussi di denaro prodotti dagli investimenti posseduti. investire in asset produttivi permette di utilizzare l’interesse composto.

Un investimento infatti si può definire tale soltanto quando, dopo un’attenta analisi, l’investitore acquista una quota di una società con l’intenzione di diventare partecipe del futuro della società stessa.

Ogni azione che si acquista… rappresenta il diritto di partecipare all’utile generato dalla società nel corso della sua vita. In realtà non si ha diritto solo all’utile ma anche ai beni mobili ed immobili della società.

L’investitore è quindi colui che acquistando un titolo intende diventare proprietario della società.

La speculazione a differenza dell’investimento, è un attività che mira al guadagno immediato attraverso la compravendita di titoli o strumenti finanziari che NON producono flussi di denaro.

Nella speculazione l’unico modo per creare valore per l’azionista è vendere ad un prezzo superiore a quello di acquisto.

Dal vangelo dei value investor…

“Per un Value investor, qualora si individuasse uno squilibrio tra domanda e offerta di un asset che non genera utile, l’azione migliore da intraprendere è quella di cercare un asset che genera utile che possa beneficiarne.

Ad esempio se si prevede un’aumento dell’inflazione, ci sono numerose società che ne trarranno profitto. Invece di investire direttamente in oro (asset che performa bene in inflazione) possiamo investire in società di mining gold, società che estraggono l’oro o società che vendono attrezzature minerarie.

In questo modo se la nostra previsione non si dovesse realizzare, non si rischiano perdite in quanto le società acquisite generano comunque un utile.” (lo stesso ragionamento può funzionare con azioni che lavorano nel campo blockchain)

Come in ogni cosa, è bene NON ascoltare estremisti, del value investing o della speculazione.

La verità sta nel mezzo…

Ray Dalio è l’unico o quasi a non essere estremista, nei suoi portafogli trovano allocazione sia asset produttivi che asset non produttivi. Vero l’oro non produce flussi di cassa, e non esiste un metodo per valutarne un fair value, però è anche vero che in casi di cali azionari o in casi di inflazione l’oro tende a salire di valore. Così anche Bitcoin che è temuto e odiato da tutti i discepoli del value investing, ha senso di esistere in portafoglio come assicurazione in caso di fallimento delle banche centrali.

Inoltre Bitcoin è pure una riserva di valore di lungo periodo. So bene che questa cosa può infastidire, e di molto chi ragiona solo in termini prezzi e valori, però è cosi…

Che cos’è Bitcoin Group

Bitcoin Group Se è una piccolissima azienda tedesca, quotata in un mercato tedesco analogo a quello AIM (piccole e medie imprese con alte prospettive di crescita).

Il ticker di questa azienda è ADE ed il suo codice isin è DE000A1TNV91

Molte banche italiane non offrono la possibilità di investire in questa azienda, quindi nel caso si volesse investire, è bene utilizzare un broker che lo permetta.

L’azienda ad oggi conta 21 dipendenti, ed ha chiuso il 2019 con 2 milioni di utile. Fatturato ed utili in calo dal 2017. E’ possibile definirla ancora startup per le piccole dimensioni.

Per quanto Bilanci e grafico di questa azienda non facciano presagire per il meglio…

va ammesso che Bitcoin Group ad ogni modo lavora nel campo Blockchain sul serio… questo è innegabile. Non si può dire lo stesso di altre aziende che fingono di lavorare nel settore blockchain…

Non ci sono ad oggi molte società quotate in borsa che lavorano od hanno il loro focus sul mondo Bitcoin & crypto/blockchain.

In questo video parlavo di due ETF che permettono di investire nel mondo blockchain… nel video ero un pochino contrariato anche perché all’interno di questi due ETF ad oggi non ci sono in realtà aziende che lavorano sul serio nel campo cripto… Troviamo aziende come AMD, Nvidia ed altre… non sono aziende con focus sul mondo blockchain.

Questi sono i due etf del video, ma che comunque non consiglio per investire nel mondo cripto (con ottica di investimento in asset produttivi)

Di cosa si occupa esattamente Bitcoin group SE?

Bitcoin Group Se, possiede il 100% di Bitcoin Deutschland AG società che gestisce l’unica piattaforma di negoziazione autorizzata tedesca per il bitcoin sotto il dominio Bitcoin.de (il dominio sicuramente qualcosina lo vale)

Se segui il mondo cripto, saprai benissimo che questo non è un signor exchange.

I signori exchange sono altri ad esempio:

  • bitstamp
  • binance
  • coinbase
  • kraken
  • ecc…

Bitcoin.de non ha volumi, non ha liquidità (guarda di quanto cambia il prezzo di vendita/acquisto ad ogni ordine) ed il layout non è dei migliori.

Probabilmente un exchange del genere (escludendo lato sicurezza) lo si crea abbastanza facilmente… non è nulla di che e non fa ben presagire per il successo di Bitcoin Group SE.

Anche perché ad oggi questo ne è il core business effettivamente…

Oltre a questa piattaforma, Bitcoin Group Se, lavora come un venture capital, acquista e rivende società che gravitano in questo settore.

Da “poco” Bitcoin group se è entrata in Sineus Financial Service GmbH, azienda di consulenza nel mondo cripto.

Va bene per investire in Bitcoin?

Assolutamente no, lo scopo di questa azienda (e di questo titolo come asset) non è quello di replicare il prezzo di Bitcoin.

N.B. non è mica un Etf/etc con sottostante il Bitcoin

Si tratta di un azienda che lavora nel settore cripto, ed il suo prezzo non per forza deve seguire esattamente il prezzo di Bitcoin. (il prezzo di Bitcoin potrebbe scendere ed il prezzo di questa azienda potrebbe salire dato che magari crescono gli utili… o viceversa..)

E’ anche vero che fino a poco fa, a guardare dal grafico un minimo di replica (involontariamente) c’è stata (soprattutto nel periodo di euforia del 2017) ma ad oggi sembra non esserci più.

Chiaramente se l’azienda non fallisce o non tarocca i conti come Wirecard, un aumento di prezzo di Bitcoin e di interesse in Bitcoin (in linea generale) comporta sicuramente miglioramenti anche per questa azienda dato che opera in un settore in crescita.

(per un azienda è più facile generalmente crescere se cresce anche il settore in cui opera)

Ma non per forza il prezzo di questa azione deve replicare il prezzo di Bitcoin.

Quindi se sei arrivato fin qui chiedendoti se va bene investire in questa azienda per investire in Bitcoin la risposta è NO…

caso diverso invece è se ricerchi asset produttivi, che lavorano nel settore Blockchain/crypto… per investire in ottica value investor

In questo ultimo caso questa società può andare benissimo, ricordati solamente che si tratta di una startup non ben affermata, non è sicuramente uno dei più grandi player del settore.

Non è ad oggi un azienda di qualità sul settore blockchain.

Se proprio dovessi ricercare ad oggi asset produttivi in questo settore mi sposterei in EBANG, o in bank to the future (piattaforma che consente di comprare equity non listato di aziende di top qualità in questo settore, mica bitcoin.de)

, , ,
Filippo Angeloni

Filippo Angeloni

Filippo Angeloni è investitore, ed imprenditore. Ceo di Filippoangeloni.com e co-fondatore di Koinsquare. E' abilitato alla consulenza finanziaria, certificato OCF (iscritto nell’apposito albo). Possiede un master di I° livello in internazionalizzazione d’impresa e una laurea specialistica ottenuta con il massimo dei voti in Business Administration (università di Bologna – sede Forlì) Da sempre appassionato di finanza personale, crescita personale ed innovazioni dirompenti. Ogni settimana condivide la sua esperienza sul canale YouTube “Filippo Angeloni”, che con oltre 1.600.000 di visualizzazioni, è tra i canali di Finanza Personale più seguiti in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *