Novembre 21, 2019 Filippo Angeloni

CEFI VS DEFI – Non confondere finanza centralizzata con decentralizzata

La differenza tra finanza tradizionale e finanza decentralizzata è ampia e ben conosciuta. 

Quello che invece non si conosce è la differenza di finanza centralizzata (CEFI) e finanza decentralizzata (DEFI) all’interno del mondo delle criptovalute.

vi è infatti un filone (CEFI) di finanza centralizzata sempre su Blockchain, e non va confusa con la normale finanza tradizionale.

CEFI e DEFI condividono lo stesso obiettivo ossia fornire l’accesso ai mercati finanziari ed ai servizi finanziari alle persone ovunque nel mondo tramite l’utilizzo delle criptovalute.

Ne parlo ampiamente in questo videocorso 

Questa è la loro missione ossia fornire l’accesso a servizi e mercati finanziari anche per quelle persone che risiedono in paesi dove vi sono regimi dittatoriali o per quelle persone abbandonate a se stesse dal sistema bancario.

la differenza tra CEFI e DEFI è il modo in cui cercano di arrivare al loro obiettivo.

con CEFI gli utenti si affidano alle persone che sono dietro ad un business. E quest’ultime hanno il potere di eseguire determinati servizi o meno

con DEFI gli utenti si affidano alla tecnologia. E’ la tecnologia che regola il funzionamento di questi sistemi.

entrambi (CEFI e DEFI) permettono l’utilizzo di servizi finanziari grazie alle criptovalute. Questa tabella ci aiuterà a capire in cosa differiscono

CEFI

I vantaggi nell’utilizzo della finanza centralizzata si riducono ad una maggiore flessibilità. 

Il che non è poco, è infatti possibile l’utilizzo di valute fiat, l’utilizzo di più criptovalute… il supporto clienti… è possibile delegare le proprie responsabilità… se perdi i codici di accesso non perdi tutti i tuoi fondi. 

Vediamo schematicamente questi vantaggi:

adattamento alle esigenze

Per la loro natura centralizzata i sistemi CEFI si adattano molto bene (e più rapidamente) alle esigenze dei suoi utilizzatori. 

conversione in Fiat

piattaforme di lending CEFI come nexo permettono di depositare il collaterale in cripto e di richiedere il prestito in valuta Fiat. Quindi depositi Bitcoin e incassi in prestito EURO o Dollari.

utilizzo di più criptovalute

Nei sistemi DEFI solitamente sono supportati solo ETH ed ERC20, per la complessità nel creare e performare atomic swap (scambi diretti su diverse blockchain). In sistemi CEFI si possono invece utilizzare più criptovalute non solo ETH ed ERC20 ma anche BTC XRP LTC ecc… le criptovalute sono detenute dalla parte centralizzata e gli scambi avvengono in database interni senza dover attendere conferme o senza dover incorrere in Fee di transazione.

[N.B. in sistemi defi si iniziano ad utilizzare i wrapped token per ovviare a questo problema, ma ancora i CEFI sono un passo avanti qui.]

supporto clienti e recupero fondi

data la natura centralizzata è possibile che vi sia un supporto clienti in grado di aiutare gli utenti in ogni problematica. Solitamente è possibile anche recuperare i propri fondi in caso di perdita o smarrimento di Seed o codici di accesso.

Alcuni esempi di progetti CEFI

Binance: un exchange di criptovalute che permette di effettuare trading, margin trading, borrowing, lending, futures, and more.

Coinbase: un exchange di criptovalute che oltre al trading semplificato permette di ricevere pagamenti tramite coinbase commerce anche grazie alla sua stablecoin nativa.

LibraSe mai prenderà vita… sistema di pagamento mondiale, con stablecoin peggata a multi-collateral reali

Fairlay: un sistema dove piazzare scommesse su blochchain ed un exchange di criptovalute

Nexopiattaforma dove richiedere prestiti od investire prestando criptovalute. Il prestito è anche erogato in valuta fiat. N.B. Nexo non va confusa con DEFI è CEFI è centralizzata.

BlockFi e Celsius: Piattaforme simile a Nexo.

Lednpiattaforma dove depositare Bitcoin e guadagnare interessi o richiedere prestiti in valuta fiat.

DEFI

Della DEFI ne ho già parlato in questo post

Qui vedremo solo i vantaggi rispetto a progetti CEFI

Permissionless

l’utente non deve chiedere il permesso per utilizzare un protocollo DEFI, non deve neanche completare procedimenti di KYC o AML, non si devono dare quindi le proprie informazioni personali. Non ci sono stati o enti che possono imporre il non utilizzo o la censura di un protocollo DEFI

Trustless

Non si deve riporre la fiducia in alcun che se non nella tecnologia. Se si vuole eliminare del tutto la fiducia verso la tecnologia basta effettuare un auditing del codice.

Trasparenza

Ogni utente può verificare ciò che avviene in questi protocolli andando a leggere la blockchain tramite un block explorer

Non Custodial

le chiavi private ed il possesso dei fondi (con tutto ciò che ne consegue) sono in mano all’utente. Non sono detenuti presso intermediari o terze parti.

Aumentano il progesso mondiale e l’innovazione

il fatto di non poter utilizzare altre criptovalute ha spinto molti developers a ideare soluzioni come i Wrapped tokens. Grazie ad esse ora anche Bitcoin (in formato erc20) è scambiabile nella blockchain di Ethereum.

Alcuni esempi di progetti DEFI:

Kyberun exchange decentralizzato

MakerDAOun sistema di lending decentralizzato con annessa stablecoin DAI/SAI.

Compoundpiattaforma dove guadagnare interessi o dove richiedere prestiti in maniera decentralizzata

bZx: piattaforma di lending decentralizzata incentrata sul marging trading.

Augurpiattaforma di scommesse e previsioni decentralizzata

Synthetix: protocollo costruito sopra ethereum per l’emissione di asset sintetici decentralizzati chiamati Synths.

Filippo Angeloni

Filippo Angeloni

Filippo Angeloni è investitore, ed imprenditore. Ceo di Filippoangeloni.com e co-fondatore di Koinsquare. E' abilitato alla consulenza finanziaria, certificato OCF (iscritto nell’apposito albo). Possiede un master di I° livello in internazionalizzazione d’impresa e una laurea specialistica ottenuta con il massimo dei voti in Business Administration (università di Bologna – sede Forlì) Da sempre appassionato di finanza personale, crescita personale ed innovazioni dirompenti. Ogni settimana condivide la sua esperienza sul canale YouTube “Filippo Angeloni”, che con oltre 1.600.000 di visualizzazioni, è tra i canali di Finanza Personale più seguiti in Italia.

Lascia un commento