Maggio 15, 2020 Filippo Angeloni

Il rischio di reinvestimento nelle obbligazioni

Il rischio di reinvestimento nelle obbligazioni può consistere:

  • nel mancato reinvestimento delle cedole incassate
  • nel reinvestirle ad un rendimento inferiore rispetto a quello dell’investimento iniziale.

La matematica finanziaria nel calcolare il rendimento a scadenza di un’obbligazione, presuppone che le cedole incassate vengano reinvestite alle medesime condizioni, ossia allo stesso tasso di interesse e alla stessa durata dell’investimento in atto.

il rischio di reinvestimento è quindi il rischio che i flussi di cassa positivi ricavati da un investimento, non possano essere reinvestiti nello stesso bene allo stesso tasso d’interesse.

Un titolo obbligazionario ha un rischio di reinvestimento dato che l’ammontare dei pagamenti cedolari che non è detto possano essere reinvestiti allo stesso tasso nel titolo al momento del pagamento.

In altre parole il rischio di reinvestimento è relativo al dover reinvestire le cedole periodicamente ricevute (sia a tasso fisso che variabile). In uno scenario di tassi decrescenti, le cedole sono impiegate a tassi sempre più bassi e quindi anche il rendimento globale (tres) ne risente, risultando inferiore a quello originariamente previsto.

Esempio: facciamo finta che nel 1970 un investitore ha comprato un obbligazione americana a 30 anni con rendimento dell 8.5%. Nel 2000 i rendimenti offerti dalle obbligazioni sono scesi e di molto e lo stesso investitore non riesce a trovare obbligazioni con rendimenti dell 8.5% ma solo del 2%. Magari era una persona che viveva mettendo a reddito il suo capitale, prima con 100.000€ riusciva a ricavare 8500€ all’anno, ora solo 2000€

Un investitore infatti potrebbe:

  • non reinvestire le cedole incassate, per esempio spendendole per affrontare spese quotidiane
  • non riuscire a reinvestire, perché l’ammontare delle cedole incassate è di un importo inferiore rispetto al taglio minimo
  • il tasso di mercato è inferiore rispetto a quello iniziale, per cui non è possibile reinvestire le cedole allo stesso rendimento precedente.

Questo rischio, il rischio di reinvestimento, colpisce solo le obbligazioni che staccano una cedola periodica.

E’ possibile eliminare questo rischio investendo in obbligazioni Zero Coupon (obbligazioni senza cedola)

E’ possibile limitare questo rischio prediligendo obbligazioni a lunga scadenza invece che a breve scadenza. Sorgono però altre tipologie di rischio…

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *