Aprile 26, 2020 Filippo Angeloni

Il multiplo Price-to-Book per la valutazione del capitale netto d’impresa

Image result for price to book value ratio

Nell’articolo di oggi parliamo di un multiplo relativo che possiamo utilizzare per la valutazione del capitale netto di un’impresa, il cosiddetto “Price-to-Book Value Ratio”.

Possiamo affermare che il valore di mercato del capitale netto in un’impresa riflette le aspettative del mercato circa la capacità dell’impresa di generare utili e flussi di cassa, mentre il valore contabile del capitale netto è dato dalla differenza tra il valore contabile dell’attivo e il valore contabile del passivo, ed è un valore determinato per lo più in base ai principi contabili.

Il rapporto Price-to-Book Value si ottiene dividendo il valore di mercato del capitale netto per il suo valore contabile:

Price-to-Book = (Valore di mercato del capitale netto)/ ( Valore contabile del capitale netto)

Per poter stabilire quali valori dobbiamo interpretare come alti, bassi o medi, possiamo prendere in considerazione il seguente rapporto calcolato su tutti i settori degli Stati Uniti al 2020:

Industry NameNumber of firmsPBVROEEV/ Invested CapitalROIC
Advertising409.16-0.88%7.5177.57%
Aerospace/Defense876.4329.03%6.5737.05%
Air Transport173.0624.78%1.9713.50%
Apparel513.587.62%2.8714.18%
Auto & Truck182.058.64%1.113.97%
Auto Parts622.9224.14%2.1823.79%
Bank (Money Center)111.249.93%1.17-0.01%
Banks (Regional)6121.509.03%1.50-0.03%
Beverage (Alcoholic)284.0125.16%4.0124.32%
Beverage (Soft)359.9528.39%5.5824.92%
Broadcasting277.3418.11%3.0421.38%
Brokerage & Investment Banking421.5611.41%1.190.02%
Building Materials394.7723.81%3.8218.27%
Business & Consumer Services1694.9518.32%5.2926.37%
Cable TV142.8011.05%2.4512.72%
Chemical (Basic)383.4718.60%2.4714.43%
Chemical (Diversified)71.7414.20%2.5316.59%
Chemical (Specialty)994.1517.00%3.3516.74%
Coal & Related Energy302.03-646.39%1.628.53%
Computer Services1114.0428.66%4.1327.96%
Computers/Peripherals585.4228.55%3.5023.86%
Construction Supplies494.2113.23%2.8410.59%
Diversified242.049.59%2.2310.98%
Drugs (Biotechnology)4596.2013.45%3.2411.60%
Drugs (Pharmaceutical)1854.8514.39%3.6217.68%
Education342.332.60%2.7011.47%
Electrical Equipment1184.3113.54%4.6421.88%
Electronics (Consumer & Office)247.91-29.60%3.56-5.54%
Electronics (General)1673.0411.30%3.0013.55%
Engineering/Construction492.087.71%3.2218.43%
Entertainment903.0518.99%3.9231.11%
Environmental & Waste Services874.109.47%4.6421.28%
Farming/Agriculture342.4212.10%1.677.14%
Financial Svcs. (Non-bank & Insurance)2642.20-0.29%1.060.21%
Food Processing872.8811.54%3.6019.71%
Food Wholesalers155.0016.64%3.8619.96%
Furn/Home Furnishings312.9817.62%2.6817.56%
Green & Renewable Energy221.210.66%1.101.94%
Healthcare Products2514.049.51%4.7416.30%
Healthcare Support Services1153.1917.40%7.3450.54%
Heathcare Information and Technology1124.0510.80%4.7815.73%
Homebuilding322.0712.49%1.699.31%
Hospitals/Healthcare Facilities353.828.21%1.8611.84%
Hotel/Gaming704.5112.94%2.8311.33%
Household Products1315.0929.25%5.1029.52%
Information Services617.6320.91%9.3233.51%
Insurance (General)211.191.97%1.262.82%
Insurance (Life)251.044.17%1.084.40%
Insurance (Prop/Cas.)501.707.29%1.648.32%
Investments & Asset Management1652.1213.75%2.209.89%
Machinery1264.4919.08%5.1225.89%
Metals & Mining1022.9310.78%2.2014.34%
Office Equipment & Services243.128.70%2.4917.72%
Oil/Gas (Integrated)51.815.90%1.652.15%
Oil/Gas (Production and Exploration)3111.93-4.87%1.590.09%
Oil/Gas Distribution161.631.97%1.446.13%
Oilfield Svcs/Equip.1301.641.97%1.866.42%
Packaging & Container253.8820.54%2.8914.58%
Paper/Forest Products211.896.15%1.818.48%
Power611.8815.55%1.486.43%
Precious Metals1111.491.89%1.447.53%
Publishing & Newspapers411.76-2.51%2.4313.48%
R.E.I.T.2442.059.54%1.453.08%
Real Estate (Development)201.604.62%1.402.27%
Real Estate (General/Diversified)101.254.17%1.234.32%
Real Estate (Operations & Services)603.0615.06%2.8011.05%
Recreation704.125.26%2.9614.59%
Reinsurance31.136.05%1.135.97%
Restaurant/Dining8177.3995.67%4.9117.01%
Retail (Automotive)255.2234.26%2.0910.38%
Retail (Building Supply)832.9891.26%6.3930.30%
Retail (Distributors)923.4716.05%2.5213.18%
Retail (General)184.0016.10%2.7811.90%
Retail (Grocery and Food)143.3024.43%1.868.75%
Retail (Online)619.3718.72%7.9113.40%
Retail (Special Lines)1063.4316.59%2.4611.69%
Rubber& Tires41.5521.44%1.2113.96%
Semiconductor723.9419.87%3.0916.13%
Semiconductor Equip454.5033.63%3.5829.06%
Shipbuilding & Marine91.47-1.88%1.504.88%
Shoe116.8525.32%5.6020.40%
Software (Entertainment)135.5316.33%7.7627.79%
Software (Internet)3054.9718.52%4.4516.63%
Software (System & Application)2556.6017.08%4.7714.82%
Steel372.2612.23%2.0415.67%
Telecom (Wireless)181.791.87%1.355.43%
Telecom. Equipment1043.2215.31%2.7913.59%
Telecom. Services662.8216.34%2.3815.97%
Tobacco2478.25-282.12%10.2295.59%
Transportation187.2628.97%4.0117.61%
Transportation (Railroads)84.1917.41%2.7313.55%
Trucking303.337.87%1.927.07%
Utility (General)182.159.95%1.596.21%
Utility (Water)233.3313.63%2.216.53%
Total Market72473.0213.63%2.006.53%
Total Market (without financials)60573.6014.54%2.8012.76%

Dalla tabella possiamo osservare che la distribuzione è fortemente asimmetrica, il valore medio è di 3, ma ci sono settori con valutazioni molto elevate.

Un’altra cosa interessante che possiamo notare, se andassimo a controllare il P/b di singole società, è che ci sono imprese che presentano un valore contabile del capitale netto negativo, essendo in perdita continua di denaro; per queste imprese non possiamo calcolare il rapporto Price-to-Book.

Un rapporto P / B basso potrebbe significare che l’azione è sottovalutata. Tuttavia, potrebbe anche significare che qualcosa è fondamentalmente sbagliato nell’azienda. Come nella maggior parte dei rapporti, questo varia a seconda del settore.

Il rapporto P / B indica anche se stai pagando troppo per ciò che rimarrebbe se la società fallisse immediatamente.

Se un’azione presenta un rapporto P/B pari ad 1 vuol dire che il suo prezzo è uguale al valore del patrimonio diviso il numero delle azioni.

Se il rapporto è inferiore ad 1 significa che il prezzo delle azioni è inferiore al valore del patrimonio della società: in questo caso possiamo affermare che la società è “sottovalutata” e potrebbe costituire una buona opportunità di investimento, potrebbe voler dire anche che ci sono problemi in quella società.

Viceversa se il rapporto P/B è superiore ad 1 probabilmente l’azione è sopravvalutata dal mercato.

Ad oggi però almeno nel mercato americano è molto difficile trovare P/b = ad 1 o sotto ad 1. Anche a causa delle ripetute manipolazioni delle banche centrali.

Tra le indicazioni più importanti che questo indicatore ci può fornire ci sono:
– misura la valutazione del mercato di una società in relazione al suo valore contabile.
-viene utilizzato dagli investitori di valore per identificare potenziali investimenti.
– può essere utilizzato per confrontare le società tra loro.

Il rapporto P / B riflette il valore che gli operatori di mercato attribuiscono al patrimonio netto di una società in relazione al suo valore contabile di patrimonio netto.

Il valore di mercato di un titolo è una metrica lungimirante che riflette i flussi di cassa futuri di una società. Il valore contabile del patrimonio netto è una misura contabile basata sul principio del costo storico e riflette le emissioni passate di capitale proprio, aumentate da eventuali profitti o perdite e ridotte dei dividendi e dei riacquisti di azioni.

È difficile individuare un valore numerico specifico di un “buon” rapporto Price-to-Book (P / B) quando si determina se un titolo è sottovalutato e quindi un buon investimento.

Lo ripeto…

L’analisi del rapporto può variare in base al settore.

Un buon rapporto P / B per un settore potrebbe essere un rapporto scarso per un altro.

Il rapporto P/B confronta il valore di mercato di un’azienda con il suo valore contabile.

Il valore di mercato di una società è il prezzo delle sue azioni moltiplicato per il numero di azioni in circolazione. Il valore contabile è il patrimonio netto di una società.

In altre parole, se una società liquidasse tutte le sue attività e pagasse tutti i suoi debiti, il valore rimanente sarebbe il valore contabile della società.

Il rapporto P / B offre un valido controllo della realtà per gli investitori che cercano una crescita a un prezzo ragionevole e viene spesso considerato congiuntamente al ritorno sul capitale proprio (ROE), un indicatore di crescita affidabile.

Notevoli discrepanze tra il P/B e il ROE spesso rappresentano un campanello d’allarme per un’azienda.

Le azioni la cui crescita viene sopravvalutata spesso riportano una combinazione di basso ROE ed elevato rapporto P/B. Se il ROE di un azienda sta crescendo, anche il suo rapporto P/B dovrebbe aumentare.

Limitazioni nell’uso del rapporto P/B

L’utilizzo di questo multiplo per la valutazione delle imprese non è tuttavia esente da problematiche.

Ad esempio, quando i principi contabili applicati dalle imprese variano, i rapporti P / B potrebbero non essere comparabili, soprattutto per le società di paesi diversi.

Inoltre, i rapporti P / B possono essere meno utili per le società di servizi e di tecnologia dell’informazione con poche risorse tangibili nei loro bilanci.

Infine, il valore contabile può diventare negativo a causa di una lunga serie di utili negativi, rendendo il rapporto P / B inutile per la valutazione relativa.

Altri potenziali problemi nell’uso del rapporto P / B derivano dal fatto che un numero qualsiasi di scenari, come acquisizioni recenti, svalutazioni recenti o riacquisti di azioni, può distorcere la cifra del valore contabile nell’equazione. Nella ricerca di titoli sottovalutati, gli investitori dovrebbero prendere in considerazione molteplici misure di valutazione a complemento del rapporto P / B.

,
Filippo Angeloni

Filippo Angeloni

Filippo Angeloni è investitore, imprenditore e consulente finanziario certificato OCF (iscritto nell’apposito albo). Possiede un master di I° livello in internazionalizzazione d’impresa e una laurea specialistica ottenuta con il massimo dei voti in Business Administration (università di Bologna – sede Forlì) Da sempre appassionato di finanza personale, crescita personale ed innovazioni dirompenti. Ogni settimana condivide la sua esperienza da consulente finanziario sul canale YouTube “Filippo Angeloni”, che con oltre 1.000.000 di visualizzazioni, è tra i canali di Finanza Personale più seguiti in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *