Aprile 30, 2020 Filippo Angeloni

I Migliori ETF sull’AFRICA

L’Africa è un continente che amo decisamente, ci sono molto legato.

Lo puoi notare da questa mia foto (datata) poco professionale 😀 (scusami a breve parleremo di cose serie)

Mentre terminavo i miei studi… un’esperienza lavorativa mi ha portato a conoscere molti africani provenienti da diversi stati… e culture, musiche e credenze si sono fuse tra loro lasciandomi davvero un bel ricordo.

L’Africa è una terra incredibile, che sta crescendo molto nonostante le mille difficoltà.

Uno dei miei mentori una volta mi disse… “vuoi diventare ricco? lancia un business (utile) in africa e lo diventerai.”

Quando però si parla di investimenti (finanziari) in Africa la prudenza non è mai troppa. Alcuni investitori sono molto affascinati dall’Africa ma a causa della paura di perdere i propri soldi, preferiscono guardare altrove.

Se si vuole investire in africa tramite gli ETF va intanto scelto l’indice di riferimento, ecco i vari indici africani:

  • MSCI South Africa

L’indice MSCI South Africa replica i titoli azionari sudafricani ed è composto da 47 aziende.

Come puoi notare, questo indice ha battuto diverse volte i mercati emergenti… non si tratta affatto di un mercato estremamente sottoquotato secondo i multipli relativi (P/e, p/b ecc). E’ comunque un mercato molto volatile.

  • Pan Africa

L’indice SGI Pan Africa replica i 30 più grandi titoli azionari quotati in Africa o attività prevalentemente esposte in Africa. L’indice si espone in modo equo a tre zone ed i suoi più grandi componenti possono avere al massimo un peso pari al 10%: Sudafrica, Nord Africa incluso il Marocco e l’Egitto e l’area Sub sahariana ad esclusione del Sudafrica.

I migliori ETF AFRICA

Ecco i migliori ETF sull’africa:

ETF ad accumulo dividendi:

  • iShares MSCI South Africa UCITS ETF ISIN IE00B52XQP83, Ticker SRSA, costo annuo 0.65%, accumulazione dei dividendi, replica fisica (USD), dimensione del fondo 84 milioni

Questo ETF è particolarmente esposto ai servizi alla comunicazione 42%.

  • Lyxor Pan Africa UCITS ETF C-EUR ISIN LU1287022708, Ticker LAFRI , costo 0.85% annuo, accumulazione dei dividendi, replica sintetica, (EUR), dimensione del fondo 33 milioni
  • Lyxor MSCI South Africa UCITS ETF Acc ISIN LU1900067270, Ticker SAFRI, costo annuo 0.45%, accumulazione dei dividendi, replica sintetica, (EUR), dimensione del fondo 11 milioni

ETF a distribuzione dei dividendi:

  • HSBC MSCI South Africa UCITS ETF USD ISIN IE00B57S5Q22, Ticker HZAR, costo annuo 0.6%, dividendi a distribuzione, replica fisica (USD), dimensione del fondo 3 milioni.

Rischio liquidità

Nota bene si tratta di ETF poco liquidi, non sono strumenti da utilizzare con capitali importanti.

L’ETF HSBC MSCI South Africa, è davvero messo male a dimensione e volumi, non mi sento di consigliarlo nemmeno per piccoli importi.

Che cos’è il rischio di liquidità?

E’ il rischio che un titolo non possa essere venduto a un prezzo equo con bassi costi di transazione e in breve tempo.

Altri rischi

Tutti questi ETF hanno un rischio altissimo.

Gli viene assegnato solitamente il massimo grado di rischio.

Il rating assegnato alla Categoria di Azioni è 7 in considerazione della natura dei suoi investimenti che includono i rischi elencati di seguito. Questi fattori possono influire sul valore degli investimenti della Categoria di Azioni o esporla a perdite.

  • Nei paesi emergenti in generale si possono verificare problemi economici o politici più frequenti rispetto alle economie sviluppate. Altri fattori influenti comprendono un maggior “rischio di liquidità”, restrizioni all’investimento o al trasferimento di beni patrimoniali, ritardi o inadempienze nella consegna di titoli o nell’effettuazione di pagamenti al Fondo.
  • Il rischio di investimento si concentra su settori, paesi, valute o società specifiche. Ciò significa che il Fondo è più sensibile a qualsiasi evento economico, politico, di mercato o normativo locale.
  • Rischio di cambio: Il Fondo investe in altre valute. Di conseguenza, le variazioni dei tassi di cambio influiranno sul valore dell’investimento.
  • Il valore delle azioni e dei titoli correlati ad azioni può essere influenzato dall’andamento quotidiano del mercato azionario. Altri fattori che possono influire comprendono notizie economiche o politiche, pubblicazioni degli utili societari ed eventi significativi che coinvolgono le società.
  • Rischio di controparte: L’insolvenza di istituzioni che forniscano servizi quali la custodia delle attività o che agiscano da controparti per derivati o altri strumenti può esporre la Classe di Azioni a perdita finanziaria.
  • Rischio di liquidità: una minore liquidità significa che non vi sono abbastanza acquirenti o venditori per consentire al Fondo di vendere o acquistare tempestivamente gli investimenti.

Conclusione

Se vuoi investire nel sud Africa il migliore ETF è senza dubbio questo

  • iShares MSCI South Africa UCITS ETF ISIN IE00B52XQP83, Ticker SRSA, costo annuo 0.65%, accumulazione dei dividendi, replica fisica (USD), dimensione del fondo 84 milioni

So bene che gli altri etf prima elencati costano meno almeno in gestione annua. Ma con quella poca liquidità nell’order book…sei sicuro di non strapagare i tuoi acquisti o svendere le tue quote nel momento della vendita? Dobbiamo tener conto anche di questi costi quindi vai pure con l’etf da me consigliato.

Mentre se vuoi investire nell’AFRICA quindi in una “zona più grande del sud africa” la scelta giusta è questa

  • Lyxor Pan Africa UCITS ETF C-EUR ISIN LU1287022708, Ticker LAFRI , costo 0.85% annuo, accumulazione dei dividendi, replica sintetica, (EUR), dimensione del fondo 33 milioni

Sono EFT caratterizzati da alto rischio e bassa liquidità quindi massima attenzione.

Cè un vecchio detto africano che recita…

“Se vuoi arrivare primo, corri da solo. Se vuoi arrivare lontano, cammina insieme.”

Quindi –> Sempre bassa % di portafoglio… diversificazione è la parola chiave

Filippo Angeloni

Filippo Angeloni

Filippo Angeloni è investitore, ed imprenditore. Ceo di Filippoangeloni.com e co-fondatore di Koinsquare. E' abilitato alla consulenza finanziaria, certificato OCF (iscritto nell’apposito albo). Possiede un master di I° livello in internazionalizzazione d’impresa e una laurea specialistica ottenuta con il massimo dei voti in Business Administration (università di Bologna – sede Forlì) Da sempre appassionato di finanza personale, crescita personale ed innovazioni dirompenti. Ogni settimana condivide la sua esperienza sul canale YouTube “Filippo Angeloni”, che con oltre 1.600.000 di visualizzazioni, è tra i canali di Finanza Personale più seguiti in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *