Ottobre 3, 2020 Filippo Angeloni

Come mi sono creato 5 fonti di reddito aggiuntive e come puoi riuscirci anche tu

Oggi voglio parlarti di come mi sono costruito 5 fonti di reddito semi-automatiche, e di come puoi riuscirci (con tempo e fatica) anche tu.

Nota bene… non sono rendite passive ne 100% automatiche… sono SEMI-Automatiche.

Queste 5 non sono le mie uniche fonti di entrata, personalmente ne ho molteplici.

Ho impiegato davvero molto tempo, stress e fatica, nella loro creazione, quasi 3 anni. (ed almeno altri 2-3 anni in precedenza per studiare e formarmi su diversi temi)

Tre anni possono sembrare pochi, ma ti assicuro che sono stati 3 anni di intenso lavoro.

Tre anni di intenso lavoro (12-13 ore al giorno 6/7, a volte anche 7/7) sono molto… molto lunghi (fidati).

Queste sono le 5 fonti di entrata di cui voglio parlarti oggi:

  • Youtube
  • Info-Prodotti
  • Affiliate marketing
  • Blog
  • Koinsquare

Youtube (ADSENSE)

Youtube più che essere una fonte di entrata per me, è una fonte di traffico, traffico che non controllo totalmente ma che posso convertire.

Non la controllo totalmente perché fondamentalmente è l’algoritmo Youtube a dettare legge, può decidere in un secondo se fare arrivare i miei video alle persone oppure no…

Dotcom Secrets by Russell Brunson - Online Business Dude

Youtube senza dubbio mi concede la possibilità di avere molteplici fonti di reddito al suo interno (posso vendere consulenze, referral link, info-prodotti, google ads, sponsor, ecc…),

ma qui voglio parlarti solo della monetizzazione tramite google ads.

La finanza personale è una nicchia dove a livello di google ads si viene ben retribuiti. Per ogni mille impressioni (non visualizzazioni) ad esempio guadagno 10.38€.

E’ un CPM molto elevato, dato che opero in una nicchia remunerativa (crypto e finanza).

Purtroppo il mio al momento è ancora un piccolo canale, (non è semplicissimo crescere in questa nicchia) , e non ho chissà quante visualizzazioni.

Le mie entrate da Google ads sono molto contenute, variano da 200 a 400€ al mese.

Conta però che per crearsi una rendita del genere, a livello immobiliare servono almeno 80.000€ (minimo, e con il rischio che non ti pagano), cosi come nei mercati finanziari.

Il mio canale Youtube a livello di Google Ads è quindi come un piccolo immobile locato, ogni mese ricevo la “rendita” direttamente da Google.

N.B. Per ogni Youtuber (ad eccezione di casi rari), l’entrata da Google Ads, riveste l’entrata minima possibile. Perché se si dispone di visibilità e quindi di traffico e di una community, si dispone di altre leve di entrata molto più remunerative.

Google ads, da Youtube è un entrata semi-automatica, anche se non realizzo video, i miei video continuano ad essere visti e a generare €.

Questo succede grazie al fatto che quasi tutti i miei video sono ever-green, non sono video di news, che vengono visti una volta ed abbandonati, ma sono video che potenzialmente possono essere visti per sempre, più volte nel tempo.

Se abbandono per troppo tempo la creazione di nuovi video, purtroppo il canale ne risente, Youtube non vede di buon occhio un comportamento del genere, e tende a non spingerti nella dashboard dei tuoi subscribers.

Proprio per questo non è una rendita passiva al 100%, serve un minimo di lavoro al mese, per portarlo avanti.

Tips: Creare e far prosperare un canale Youtube è difficile ma non impossibile, l’unica cosa che può bloccarti è la paura di parlare in pubblico e la paura di mostrare la faccia online.

Credimi se ti posizioni in una nicchia, e non crei il solito canale di gaming o di intrattenimento, e se la prendi seriamente e non come uno scherzo è ancora fattibile crescere su Youtube.

Certo serve una strategia, un piano editoriale ma non è impossibile. Non posso fare altro che consigliarti di creare un canale Youtube, anche se mi rendo conto non sia per tutti.

Un’ottimo corso (creato da Marcello Ascani) per capire le basi di Youtube e per capire come lanciarsi è questo http://bit.ly/2CuEVbd

I CONTENUTI DEL CORSO

  • ​Perché avviare un canale 
  •  Funzionalità di YouTube
  •  I video
  •  Nicchia
  •  La Prima Visualizzazione
  •  Algoritmo
  •  SEO
  •  Fidelizzazione
  •  Format
  •  Copertine
  •  Loghi e Grafiche 
  •  Community
  •  Moderare la Community
  •  Collaborazioni
  •  Trend
  •  Analytics
  •  Strumenti di YouTube
  •  Consigli per fare video
  •  Fotocamere 
  •  Microfoni ed accessori
  •  Montaggio
  •  Casi Studio di successo
  •  I video LIVE
  •  Monetizzazione
  •  Copyright: come gestire i file coperti da copyright 
  •  AdSense: il sistema di monetizzazione basato sulle visualizzazioni
  •  Network e Managment
  •  Collaborazioni con i brand 

Per crescere prediligi contenuti di attualità i contenuti che io chiamo video news, per creare invece una rendita abbastanza stabile prediligi contenuti evergreen. Ossia contenuti che restano nel tempo…

Studia le basi del marketing e del posizionamento, e cerca di costruire un posizionamento molto forte nella mente dei tuoi ascoltatori.

Prova ad immaginare ai canali di finanza personale o di criptovalute che conosci, come siamo posizionati nella tua mente? ognuno di noi ha un posizionamento differente, per questo tendiamo a distinguerci. Forse il mio è un posizionamento azzardato dato che sono con un piede nella finanza personale e con un altro nelle criptovalute. Meglio prediligere solo un campo.

Info-Prodotti

Gli info-prodotti non lo nego costituiscono una fetta importante delle mie entrate. Sono dell’idea che gli info-prodotti siano i nuovi immobili a reddito.

Se mi segui sai che non ho una visione ottimistica degli immobili a reddito, ma indubbiamente in passato le rendite immobiliari erano interessanti.

Una volta creato l’info-prodotto ossia un video-corso o un contenuto digitale (che a differenza dell’immobile non paghi cash e non ti indebiti per averlo) puoi avere davvero rendite interessanti sugli stessi. Dipende chiaramente da quanto sei bravo a venderli.

Il contenuto deve essere originale, e di grande valore aggiunto per l’utente. Devi avere una visione long-term, non puoi vendere fuffa.

Nel web siamo già pieni di fuffaroli…

Se il tuo corso è fuffa, puoi fare qualche vendita inizialmente ma poi vieni sgamato e nessuno acquista più da te.

N.B. è difficile che un video-corso o un info-prodotto sia Life-time, ma con qualche aggiornamento (ristrutturazione) lo stesso è vendibile anche in futuro, a meno di cambiamenti epocali nel settore.

Per quanto mi riguarda non è stato facilissimo crearli (in termini di tempo, ho dovuto limitare i nuovi video su Youtube.)

Alcuni formatori consigliano di avere già un prodotto da vendere ancora prima di arrivare su Youtube o su altri canali.

Ammetto che ho avuto difficoltà a crearli DOPO aver lanciato un canale Youtube con oltre 18000 iscritti.

Ma, personalmente non sarei mai riuscito a crearli PRIMA di partire su Youtube, dovevo fare prima le mie esperienze in video e con il pubblico..

Ad ogni modo gli info-prodotti possono (se delegati nella vendita e nel supporto clienti) essere una rendita semi-passiva.

Non passiva del tutto ma semi-passiva sicuramente si.

Nei giorni di lancio, e di pre-lancio soprattutto, avvengono la maggior parte delle vendite…

Ma, se si ha una buona presenza ed un buon posizionamento online, (consiglio caldamente questo libro per imparare il posizionamento)

le vendite possono anche essere costanti ed interessanti in qualsiasi periodo dell’anno.

Un’ottimo libro per imparare a lanciare info-prodotti è questo, me ne sono servito anche io in alcuni miei lanci.

Launch: An Internet Millionaire's Secret Formula to Sell Almost Anything Online, Build a Business You Love and Live the Life of Your Dreams (English Edition) di [Jeff Walker]

TIPS: inizia a leggerti i due libri sopra-citati, prova a creare un info-prodotto (può andare benissimo anche un ebook) che serva davvero a qualcuno. Lavora prima di tutto nella creazione del tuo posizionamento (magari tramite Youtube o blog), e se sei come me… solo dopo nella creazione di un info-prodotto che sia davvero valido e che possa essere utile a qualcuno. Redigi una scaletta sui contenuti del corso e dedicagli tanto tempo, scegli bene la piattaforma dove vendere i tuoi videocorsi.

Affiliate Marketing

Tra le mie entrate una piccola parte è ricoperta da entrate tramite Referral link. Spesso sono link Win-Win dove sia io che l’utente che clicca guadagniamo qualcosa.

Con l’affiliate marketing se porti risultati ad aziende, vieni ripagato, a volte lifetime a volte one-time.

Coinbase e Ledger ad esempio sono aziende da referral one-time.

Ad ogni nuovo iscritto coinbase che acquista 100€ di Bitcoin, io guadagno 8-9 euro cosi come l’utente. (anche l’utente ha un bonus di 9 euro).

Guadagno solo una volta non è un guadagno ricorrente sul singolo utente… una volta che ho portato un utente non guadagno più su quell’utente.

Per ogni vendita ledger (wallet fisico per bitcoin e crypto, spesso con sconti per l’utente) guadagno qualcosina

Binance invece ha un referral link life-time, una % di ogni commissione generata dall’utente viene data a me, per sempre (finché Binance è in vita)

Al momento non ho spinto moltissimo Binance. Forse in futuro lo farò…

Per Binance ad esempio offro uno sconto del 20% sulle fee per l’utente è il massimo che posso fare…

Utilizzo anche link referral per Amazon ma li guadagno davvero pochissimo, ogni mese mi arrivano da li max-max 40-50 euro. Ma davvero nei migliori casi. Questa è un’entrata che non considero minimamente.

Ho davvero tanti ref link e questi sono solo esempi. Non voglio tediarti con tutte le tipologie di ref.

Tra l’altro per ogni utente che compra i miei corsi, guadagno una commissione life-time anche nei sui prossimi acquisti in piattaforma (LDL).

Sappi solo che i referral link possono essere una valida fonte d’entrata se si dispone di traffico, N.B. vanno diversificate.

Tips: Sono dell’idea che per lavorare bene con i referral link devi disporre di traffico organico (non credo nel guadagno qui tramite traffico a pagamento, anche se vi è chi sostiene il contrario) e di una community, per cui vanno sviluppati canali social come Youtube e Blog.

Se non hai canali, e se non sei in grado di generare traffico ti sconsiglio di intraprendere questa strada.

Altrimenti i ref link possono essere, se diversificati un metodo di guadagno mensile abbastanza costante.

TIPS.2: non puntare all’azienda che concede di più in termini %, offri valore all’utente, nel mio caso sia coinbase che binance sono due ottime realtà, potrei utilizzare referral link molto più spinti (ci sono exchange crypto su trading a leva con profitti stratosferici) ma andrebbe a discapito del mio successo nel lungo termine. Prenditi tutto il tempo quindi di valutare le migliori offerte per i tuoi utenti.

Tips.3: come trovare aziende che propongono affiliate marketing. Cerca i migliori progetti nella tua nicchia e guarda o chiedi se sono disposti ad offrirti un link referral

Blog

Il blog (filippoangeloni.com) è una delle mie fonti d’entrata, veicola costantemente traffico organico e riesce senza dubbio a spingere:

  • infoprodotti (academy)
  • consulenze
  • mailing list –> altra ottima fonte per generare cash (ma non ne parlerò qui), si ha un buon rapporto diretto con chi ti segue, è un traffico che controlli (a differenza di YT ad esempio)
  • affiliate marketing –> ref link
  • post sponsorizzati
  • spazi pubblicitari

Il blog è molto più improntato alla finanza tradizionale rispetto che alle criptovalute, ed in futuro dovrò creare per il blog anche un info-prodotto tematico sulla finanza personale.

Me lo sono dato come obiettivo per il 2021.

Nel blog posso creare contenuti molto più approfonditi che non funzionerebbero mai su Youtube, tali contenuti ti aiutano ad essere visto come autorevole nella mente dei tuoi clienti. Ti posizionano bene nella mente dei tuoi clienti.

Il bello del blog è che le visite organiche sono davvero costanti, molto più costanti di Youtube per la mia esperienza, almeno per la mia nicchia.

Se lasci il canale Youtube per un mese, hai ripercussioni importanti in termini di iscritti, entrate ads e visualizzazioni. (Youtube ti uccide anche volutamente la tua reach, ossia non ti consiglia molto nella dashboard dell’utente in poche parole). Il canale non muore se ci sono contenuti Evergreen MA ne risente sicuramente.

Se lasci il tuo blog per un mese, ossia se non pubblichi per un mese, non hai ripercussioni estreme.

Guarda il mio traffico settimanale su Blog.

L’immagine delle visualizzazioni settimanali, potrebbe sembrarti volatile, in realtà è costante se rapportata a Youtube.

Una volta che gli articoli sono piazzati, vengono visti, quindi generano traffico. (vero Google può cambiare l’algoritmo dall’oggi al domani, ma per un blog di nicchia che non viva di unica fonte ads, non credo che causi ripercussioni estreme)

Il Blog (forse anche grazie al mio canale YT) mi permette di trovare aziende che vogliono sponsorizzare i miei post o vogliono una recensione del loro prodotto/servizio. Non sono tanti i post che ho sponsorizzato in realtà, però mi è molto comodo effettuare questa attività dato che posso delegare la scrittura del post ad altri (non è come un video dove devo essere presente), pagarli e tenermi un bel margine di guadagno.

Nel blog potrei inserire anche spazi pubblicitari, alla google ads, o spazi comunque acquistati da vari brand. Al momento per scelta personale non è una via che ho intrapreso.

Gli unici spazi riservati sono per i miei servizi/prodotti.

Non ti mentirò, forse tra le mie varie entrate questa è stata quella che mi ha dato più filo da torcere nella sua creazione. E’ stata durissima per me. Probabilmente la scrittura non è il mio forte o probabilmente i post su blog non tirano come i video (sicuramente vero).

Ma è stata davvero dura per me far decollare il blog (è ancora piccolo ma sta partendo), e sicuramente senza un canale Youtube annesso non ci sarei riuscito.

Non voglio mentirti temo che solo tramite SEO antica (esclusi i video su altre piattaforme), non ci sarei mai riuscito. Forse avrei potuto sfondare solo dopo 4-5 anni di blogging serio. (conta però che in 4-5 anni non avrei guadagnato nulla)

Tips: Non so se ti consiglierei di aprire un blog nel 2020… sicuramente se non hai un’altra piattaforma più reattiva come Youtube ti sconsiglierei di aprire un blog.

Può andare bene se sei un professionista per creare il tuo personal brand, ma non farai mai chissà quali guadagni.

Mentre se possiedi Youtube o Twitch una buona idea potrebbe essere quella di affiancarci un blog.

WordPress (piattaforma free per “bloggare” e facile da imparare) va benissimo per iniziare.

Consigli per iniziare con un blog…. io ho imparato tutta la teoria grazie ad articoli di Dario Vignali e del suo gruppo Marketers.

Ti consiglio queste ottime letture.

N.B. la teoria non basta, serve anche tanta tanta pratica, molte volte wordpress avrà dei bug e non funzionerà e dovrei quindi imparare a cavartela.

Se apri un blog, fai si che sia di nicchia, o una sotto nicchia della tua nicchia, e crea contenuti davvero ottimi ed interessanti per i tuoi visitatori.

Crearsi un entrata con un blog, è molto difficile (almeno cosi è stato per me) ma non è impossibile.

Se vuoi prendere questa strada ti consiglio di avere comunque sia una presenza online su piattaforme che ospitano video.

Devi avere un piano editoriale serio, 2-3 articoli a settimana minimo costantemente per anni ed anni. Il blog è una cosa molto seria.

Koinsquare

Era da tantissimo che cercavo di crearmi un entrata scollegata alla mia persona. Vedi…. il mio canale Youtube ed il mio blog, dipendono sempre (in qualche modo) da me, perché in questo momento sono collegati a me e portano anche il mio nome… io volevo crearmi anche un entrata collegata ad un brand esterno…

I brand non personali si creano tramite società…

Dopo 2 anni di presenza nei social, in particolare su Youtube… mi è arrivata una proposta che non potevo rifiutare.

Tiziano Tridico ed altre 3 persone, erano in cerca di un nuovo “socio in affari” per la loro comunità Discord su Bitcoin e Criptovalute.

Non potevo lasciarmi sfuggire l’occasione… ed al loro invito ho detto subito di si.

Da quel momento in poi abbiamo ampliato la presenza (in precedenza rilegata a discord) sui vari social di koinsquare;

Ora abbiamo un gruppo telegram di successo ed in continua crescita dove rilanciamo le news del settore Bitcoin e Crypto. Un gruppo molto reattivo.

P.S. se non sei già iscritto ti consiglio di iscriverti perché è una bomba, anche io lo utilizzo per informarmi in questo settore.

Organizziamo live nel nostro canale Youtube il quale è monetizzato tramite Ads.

N.b. ancora la monetizzazione è ridicola (ma in crescita), e la stiamo lasciando su Youtube finché non saremo una società

Abbiamo lanciato anche le nostre live in formato podcast su Spreaker, nota piattaforma di podcast, che rilancia i vari podcast altrove es Spotify ecc…

N.B. siamo il podcast più seguito in Italia su Bitcoin e Criptovalute (non che ce ne siamo molti effettivamente, c’era un vuoto di mercato o quasi e ci siamo lanciati subito)

Abbiamo lanciato anche la nostra Academy (la collezione di videocorsi miei e di Tridico) e da poco anche il Blog (davvero nuovissimo al momento)

Nell’academy abbiamo conseguito già buone vendite ma non possiamo ancora fatturarle, quindi stiamo lasciando gli incassi in piattaforma (ci affidiamo a LDL).

Koinsquare ad oggi (24/09/2020) non è ancora una società, anche se lo diventerà a breve.

Come obiettivo, entro metà del 2021 vogliamo aprire società alle Canarie, proprio per questo Koinsquare sarà una società Estera (con sede in Spagna) e non Italiana.

Proprio perché non è una società, non sto (e non stiamo) spingendo moltissimo sulla monetizzazione.

Ad ogni modo abbiamo già chiuso contratti futuri, per spazi pubblicitari e sponsor nei vari canali Koinsquare.

In seguito verranno anche lanciate le consulenze, che koinsquare delegherà a professionisti esterni, tenendosi un piccolo margine per se. Verrà creata anche una sezione premium con pagamenti ricorrenti.

Siamo in 5 soci su Koinsquare, quindi ogni entrata, qui, al netto dei costi va divisa in 5 persone.

Mi spiego meglio se guadagniamo 3000€ netti in un mese, questi non vanno solo a me.

Tutto ciò che guadagniamo (di netto) andrà ridiviso in 5.

Tutto ciò che guadagneremo sarà detenuto in Bitcoin in un wallet multifirma 3 su 5. (serve il consenso di 3 soci per approvare trasferimenti)

Ad ogni modo, anche questa (purché è da migliorare) non è niente male come entrata.

TIPS: cerca di essere attivo e pro-attivo, se non avessi aperto il canale youtube e non fossi stato aperto ad accettare collaborazioni ed a farmi avanti per primo con Tridico (perché io l’ho contattato per primo per stringere rapporti su YT), non avrei mai avuto la possibilità di diventare socio di questa realtà.

Filippo Angeloni

Filippo Angeloni

Filippo Angeloni è investitore, ed imprenditore. Ceo di Filippoangeloni.com e co-fondatore di Koinsquare. E' abilitato alla consulenza finanziaria, certificato OCF (iscritto nell’apposito albo). Possiede un master di I° livello in internazionalizzazione d’impresa e una laurea specialistica ottenuta con il massimo dei voti in Business Administration (università di Bologna – sede Forlì) Da sempre appassionato di finanza personale, crescita personale ed innovazioni dirompenti. Ogni settimana condivide la sua esperienza sul canale YouTube “Filippo Angeloni”, che con oltre 1.600.000 di visualizzazioni, è tra i canali di Finanza Personale più seguiti in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *