Gennaio 6, 2020 Filippo Angeloni

Come calcolare la performance di portafoglio grazie ad Excel (formula)

Ormai vi sono tantissime piattaforme (anche homebanking) e tools (morningstar o justetf ecc..) che ci consentono di avere subito a disposizione la performance di portafoglio.

Ma se volessimo calcolarcela da noi, magari tramite excel come si fa?

Può sembrare una cosa banale ma in realtà non lo è. Questo articolo nasce difatti grazie ad un errore di un mio cliente.

Ringrazio seriamente questo cliente perché mi ha fatto capire che cose che per me sono scontate magari non lo sono per tutti.

Vediamo subito come calcolare la performance di portafoglio grazie ad Excel.

La formula base da utilizzare è la seguente:

(valore finale – valore iniziale) / valore iniziale

il risultato va moltiplicato x100, su excel basta in realtà selezionare la casella ed imporla in %

Tale formula è valida solo se abbiamo in portafoglio prodotti (come ETF) ad accumulazione (prodotti che reinvestono automaticamente cedole e dividendi) o solo se non abbiamo ricevuto cedole o dividendi.

Vediamo un esempio preso da un caso reale:

come calcolare performance di portafoglio con excel
Valore inizialevalore finalePerformance %
33.611,5039.219,6016,69%
14.973,4115.962,456,61%
13.664,6015.083,2010,38%
4.471,524.991,2011,62%
66.721,0375.256,4512,79%

(Per facilitare le cose il nostro periodo di riferimento è un anno, ma alla fine non cambierebbe nulla)

Queste sono delle performance di ETF azionari ad accumulo, prendiamo a riferimento il primo.

Il mio cliente ha investito inizialmente 33.611,50 e attualmente tale investimento vale 39.219,60. Come si fa quindi a calcolare la performance di questo etf?

basterà fare

(Valore finale – valore iniziale) / valore iniziale (x100)

quindi

(39.219,60- 33.611,50) / 33.611,50 x 100

il risultato è 16,69%

Invece….

Nel caso in cui abbiamo incassato dividendi ed interessi, e non abbiamo prodotti (come ETF) ad accumulazione (che reinvestono direttamente dividendi ed interessi) dobbiamo tenere conto nella nostra formula anche di essi.

Mi spiego meglio… in prodotti ad accumulazione dividendi ed interessi sono già ricompresi nei prezzi di tali strumenti e quindi li abbiamo già compresi nel valore finale.

In tutti gli altri casi ossia in presenza di titoli singoli, etf o fondi a distribuzione, dobbiamo tenere conto di dividendi ed interessi nei nostri calcoli. E quindi la formula diviene la seguente:

(valore finale + cedole o dividendi – valore iniziale) / valore iniziale

Vediamo un esempio…

Il mio cliente ha investito 30000 euro nel titolo x, nel corso dell investimento il titolo x ha staccato 2000 euro in dividendi, ed il valore finale dell’investimento è 40000 euro.

Quindi per calcolare la performance dovrò fare

(40000 + 2000 – 30000) / 30000 x 100 = 40%

N.B. può sembrare una cosa scontata ma non lo è… il mio cliente per errore aveva inserito questa formula (valore finale – valore iniziale) / valore finale.

La percentuale cosi realizzata non è però ancora netta in quanto non tiene conto dell’inflazione.

come fare per tener conto dell’inflazione? teniamo buono il nostro caso precedente con il 16,69% di performance e facciamo finta che il tasso di inflazione per quell’anno sia stato del 2%.

per calcolare il rendimento % netto basterà dedurre il tasso di inflazione dalla nostra performance.

e quindi

16,69% – 2% = 14,69%

In questo anno con tale etf azionario abbiamo realizzato un 14,69% netto.

E’ una buona idea comparare i nostri risultati con alcuni benchmark, ma ne parleremo in un altro post.

Inoltre se nel corso del periodo di riferimento abbiamo effettuato acquisti e vendite, dovremmo tenerne conto utilizzando la formula del Money Weighted Rate of Return, il concetto comunque resta lo stesso.

Magari del Money Weighted Rate of Return ne parleremo in un prossimo articolo.

P.S. su excel è possibile anche semplificare di più tale formula. Andandoci a creare una casella Gain o loss. Mi spiego meglio su excel si può creare una casella automatica che vada a svolgere la prima parte delle formula (valore finale – valore iniziale)

in questo caso la formula base diventerebbe:

gain o loss / valore iniziale

Filippo Angeloni

Filippo Angeloni

Filippo Angeloni è investitore, imprenditore e consulente finanziario certificato OCF (iscritto nell’apposito albo). Possiede un master di I° livello in internazionalizzazione d’impresa e una laurea specialistica ottenuta con il massimo dei voti in Business Administration (università di Bologna – sede Forlì) Da sempre appassionato di finanza personale, crescita personale ed innovazioni dirompenti. Ogni settimana condivide la sua esperienza da consulente finanziario sul canale YouTube “Filippo Angeloni”, che con oltre 1.000.000 di visualizzazioni, è tra i canali di Finanza Personale più seguiti in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *