Novembre 5, 2020 Filippo Angeloni

Certificati Turbo Long/short, cosa sono e come funzionano, case study turbo long

I certificati di tipo Turbo replicano l’attività sottostante, moltiplicando gli effetti dei rialzi e dei ribassi in virtù dell’effetto leva.

Non sono semplici da capire… per questo ti consiglio di leggere tutto l’articolo fino al case study dove tutto ti diventerà chiaro…

I turbo certificate sono dei prodotti che permettono di prendere posizione al rialzo (turbo long) o al ribasso (turbo short) su un indice, un’azione, una valuta o una materia prima.

Sono certificati dotati quindi dell’effetto leva (la leva è dinamica, dopo lo vediamo)… proprio per questo il loro prezzo varia in misura maggiore rispetto alle variazioni del sottostante.

I turbo certificate sono caratterizzati da uno strike.

Lo Strike determina il valore dei turbo certifiacte ed è la caratteristica principale che l’investitore dovrebbe prendere in considerazione quando sceglie un turbo di tipo long o di tipo short.

Il prezzo di un turbo long riflette sempre la differenza tra la quotazione del sottostante e il livello dello strike diviso la parità (dopo la vediamo).

Per i turbo short invece è il contrario il prezzo riflette la differenza tra lo strike e la quotazione del sottostante diviso la parità.

I turbo certificate sono caratterizzati anche da un livello detto knock out

Quando il prezzo del sottostante raggiunge o supera tale livello (verso il basso nel caso di un long, o verso l’alto nel caso di uno short) il turbo certificate scade in anticipo e perde tutto il suo valore.

Vi è in questo caso l’azzeramento del capitale per l’investitore, si tratta di investimenti a leva e quindi sono molto pericolosi.

Lo strike ed il knock out sono fissati in fase di emissione dei turbo certificate dall’emittente e sono situati allo stesso prezzo ossia..

strike = knock out

Glossario dei turbo certificate

SOTTOSTANTE attività finanziaria (es. titolo o indice azionario), che determina la performance del TURBO Certificate;


STRIKE prezzo d’esercizio del TURBO Certifcate con cui deve essere confrontato il valore corrente del sottostante per determinare il valore del TURBO Certificate;


PARITÀ quantità di Certificate necessaria per acquistare un’unità del sottostante;

KNOCK-OUT livello che se violato dal sottostante fa scadere anticipatamente il TURBO Certificate causando la perdita del capitale investito;


LEVA FINANZIARIA moltiplicatore della performance del sottostante. Varia in funzione della distanza del valore del sottostante
dal livello Knock-out.

Come funziona la leva finanziaria

La leva finanziaria nei turbo long e short è un elemento dinamico, il cui valore cambia al variare del prezzo del sottostante.

Il valore della leva finanziaria dei TURBO Certificate incrementa con l’avvicinarsi del prezzo del sottostante al livello Knock-out.

Con l’avvicinarsi del valore del sottostante al livello di Knock-out il prezzo dei TURBO Long e Short decresce. Il calo del prezzo porta a un impiego di capitale minore, determinando una leva finanziaria più alta.

Ripeto se ci avviciniamo al knock out la leva sale, se ci allontaniamo la leva decresce

Sfruttare la leva a rialzo con turbo long

Grazie all’effetto leva, il ritorno percentuale dei TURBO Certificate, a parità di guadagno assoluto, risulta essere molto maggiore.


Nella pianificazione dei propri impieghi l’investitore beneficia anche del meccanismo di Knock-out dei TURBO Long e Short.

Nel caso in cui l’andamento del sottostante non soddisfi la strategia attesa, i Certificate permettono di limitare la perdita massima al capitale investito.

Non vi è quindi il rischio, tipico di altri strumenti, di incorrere in perdite superiori all’investimento iniziale.

Sfruttare la leva a ribasso con turbo short

I TURBO Short Certificate offrono un’altra interessante possibilità di impiego oltre a quella di implementazione di strategie ribassiste: la protezione del portafoglio.

Riprendendo l’esempio sovrastante sull’indice FTSE Mib, si supponga di avere in portafoglio 16.200 euro su quel sottostante.

In caso di rialzi del paniere si guadagnerà dalla rivalutazione delle quotazioni.

In caso di discese delle quotazioni dell’indice, il valore del portafoglio decrescerà. Con un limitato impiego di capitale, i TURBO Certificate consentono tuttavia di evitare questo rischio costruendo una strategia di copertura del portafoglio.

Affiancando infatti a questo impiego il numero necessario di TURBO Short utili a coprire completamente la posizione presa al rialzo (nell’esempio Parità pari a 10.000 Certificate), l’investitore si proteggerà da tale rischio ed eviterà di incorrere nella perdita.

Acquistando per esempio 10.000 TURBO Short con Strike a 18.000 punti, con la discesa dell’indice a 15.500 punti si potrà bilanciare i 700 euro di perdita sul FTSE Mib con un pari guadagno maturato grazie ai TURBO Short.

Vantaggi rispetto a future e covered warrant

i turbo certificate presentano questi vantaggi:

  • beneficiano dell’effetto moltiplicatore della leva finanziaria
  • hanno un impatto marginale lato tempo e volatilità sul prezzo
  • non è richiesto un margine di garanzia
  • prezzo semplice da valutare
  • leva finanziaria dinamica
  • rischio limitato al capitale investito

Analizziamo un turbo long per comprenderlo

Proviamo ad analizzare questo certificato NLBNPIT107I1, emesso da bnp paribas con sottostante ftse mib, strike e knock out a 17.250, parità 10.000

Questo prodotto è esposto con effetto leva a qualsiasi variazione del sottostante in particolare si possono ottenere rendimenti positivi in caso di variazioni positive del sottostante ossia del ftse mib.

Il certificato in questione scade anticipatamente (comportando l’azzeramento del capitale) se nel corso della sua durata (barriera continua) si verifica un evento di knock out.

Questo evento nefasto si verifica se il prezzo del sottostante è uguale o minore del livello di knock out in qualsiasi momento durante il periodo di osservazione (04/11/2020 – 18/12/2020).

Ossia se nel periodo in questione, il ftse mib arriva a 16000 (scendendo sotto il livello knock out di 17250) allora l’investitore perde tutto.

Se non si verifica invece l’evento knock out, a scadenza (29/12/2020) l’investitore riceve una somma calcolata con questa formula

(prezzo del sottostante a scadenza – strike) / parità

Il turbo certificate non rilascia dividendi ne attribuisce diritti di voto.

Il periodo di holding consigliato è di 1 giorno. Non è quindi un investimento di medio/lungo periodo.

, ,
Filippo Angeloni

Filippo Angeloni

Filippo Angeloni è investitore, ed imprenditore. Ceo di Filippoangeloni.com e co-fondatore di Koinsquare. E' abilitato alla consulenza finanziaria, certificato OCF (iscritto nell’apposito albo). Possiede un master di I° livello in internazionalizzazione d’impresa e una laurea specialistica ottenuta con il massimo dei voti in Business Administration (università di Bologna – sede Forlì) Da sempre appassionato di finanza personale, crescita personale ed innovazioni dirompenti. Ogni settimana condivide la sua esperienza sul canale YouTube “Filippo Angeloni”, che con oltre 1.600.000 di visualizzazioni, è tra i canali di Finanza Personale più seguiti in Italia.

Lascia un commento