Luglio 20, 2020 Manuel Cuberli

Acquistare Bitcoin in modo sicuro: come fare [2020]

Introduzione

Hai sentito parlare di Bitcoin e ti sei incuriosito? Oppure hai capito perché esiste Bitcoin e ti sei convinto a investire su questa moneta? Se hai deciso di acquistare Bitcoin o altre criptovalute ma non sai come fare, questa guida potrebbe fare al caso tuo. Vedremo tutti i passaggi necessari per acquistare, trasferire e tenere al sicuro le tue criptovalute in modo facile e veloce, risparmiando tempo e velocizzando quel lungo processo iniziale di esplorazione.

Ma prima di partire per questa avventura, sono necessarie alcune premesse e alcune precisazioni.

  • Investi solo in ciò che conosci
  • Investi solo ciò che puoi permetterti di perdere
  • Diventa responsabile dei tuoi investimenti, con Bitcoin è facile
  • Non ascoltare gli altri guru, controlla sempre le fonti
  • Non esiste una strada unica che sia giusta, ci sono molti servizi differenti
  • Se decidi di investire aggiornati in modo costante, non si finisce mai di imparare

Comprare Bitcoin significa investire in una moneta. Più precisamente, quando un investitore compra moneta lo fa per mantenere o aumentare il suo potere d’acquisto nel tempo, per conservare valore. Essendo Bitcoin moneta, viene scambiato in degli appositi circuiti chiamati exchange, in modo simile alle monete tradizionali. Solitamente si crea un po’ di confusione tra questo tipo di compravendita e gli scambi diretti in bitcoin sulla Blockchain, per cui è meglio chiarire.

Nel primo caso, negli exchange, una persona scambia i propri soldi e in cambio riceve bitcoin, proprio come se andasse in un mercato di cambio e scambiasse euro per dollari. Nel secondo caso, gli scambi avvengono nel network di Bitcoin, per cui queste transazioni non fanno parte degli scambi tradizionali a cui siamo abituati, ma appartengono ad un circuito a sé stante, quello della Blockchain.

In sostanza, prima di tutto dovrai scambiare i tuoi soldi per bitcoin con qualcun’altro nel mercato, dopodiché potrai trasferire i tuoi bitcoin al sicuro nel wallet grazie alla Blockchain. Devi pensare a questi exchange come a delle banche a cui invii della moneta fiat per aprire un conto, mentre ai wallet come a una piccola cassaforte che protegge le tue criptovalute.

Durante lo sviluppo dell’ecosistema sono nati molti servizi che permettono di comprare, scambiare e conservare criptovalute, ognuno con i suoi punti di forza e di debolezza. Per questo motivo non esiste una strada migliore, l’utilità del servizio dipende dalle proprie preferenze. Ad ogni modo, tutti questi servizi sono stati collaudati nel tempo e hanno servito complessivamente milioni di utenti. Scegli quello che più ti si addice, l’importante è il risultato finale: detenere personalmente la proprietà delle chiavi pubbliche e private della crypto in questione.

Se non sei sicuro di come funziona il meccanismo della Blockchain di Bitcoin, dai un’occhiata a questo articolo!

Dove comprare Cryptovalute?

Coinbase & Coinbase Pro

Immagine che contiene screenshot  Descrizione generata automaticamente

Questo exchange USA, uno dei più grandi e conosciuti al mondo, offre due servizi diversi. Coinbase è per gli utenti alle prime armi, per cui ha un’interfaccia molto semplice ed intuitiva, mentre Coinbase Pro è per utenti più esperti che vogliono fare trading su criptovalute. La semplicità del primo servizio si riflette sul fatto che le commissioni sugli acquisti sono più alte della media del mercato (1.49%), mentre per il secondo servizio le commissioni sono notevolmente inferiori (a partire da 0.5% in base ai volumi generati negli scambi).

Nonostante questi prezzi, Coinbase è ottimo per chi vuole cominciare con piccoli importi. Ad esempio, iscrivendoti da qui, con un deposito di 100$ riceverai 10$ di bonus che coprono ampiamente le commissioni per quell’acquisto. Inoltre, questo exchange offre un programma chiamato “coinbase learning”, dove potrai guadagnare dai 50$ ai 100$ per guardare dei video su alcune crypto come EOS, Stellar, Orchid e poi rispondere a delle semplici domande. Dopo che ti verranno assegnate queste crypto, potrai semplicemente trasferirle su coinbase pro oppure sul tuo wallet personale.

Binance

Immagine che contiene screenshot, monitor, parcheggiato  Descrizione generata automaticamente

Anche questo exchange è conosciuto in tutto il mondo, nato dalle crypto e cresciuto esponenzialmente negli scorsi anni grazie ai loro prezzi convenienti e ai loro servizi di ottima qualità. La loro offerta spazia tra compravendite tradizionali di mercato, a contratti più avanzati per il trading, come derivati e futures. Sebbene gli ordini vengano effettuati allo stesso modo del trading tradizionale, è comunque molto semplice comprare e vendere cryptovalute.

Questo exchange ha inoltre lanciato il proprio token crypto, BNB, che garantisce alcuni benefici a chi li detiene in deposito. Ad esempio, detenere dei token permette di avere degli sconti sulle fee o di partecipare ad altri progetti che vengono lanciati dalla piattaforma stessa.

Questo exchange non ha mai smesso di innovarsi, incorporando altri servizi come lo staking, il lending e un exchange decentralizzato. Offre inoltre un servizio di referral, con cui si può accedere ad alcuni sconti sulle commissioni. Per esempio, iscrivendoti da qui potrai ricevere un ulteriore sconto del 10% per ogni compravendita di criptovalute. Probabilmente uno dei mercati più completi, nonché uno dei più convenienti di tutto il settore, in termini di commissioni.

Immagine che contiene luce  Descrizione generata automaticamente

Crypto.com

Immagine che contiene monitor, strada, schermo, cellulare  Descrizione generata automaticamente

Questo exchange ha avuto successo recentemente. Nato da una carta di debito e da un’app di custodia, ha rapidamente costruito un intero ecosistema per accedere a diversi servizi interessanti per le cryptovalute. L’ecosistema è così ampio che servirebbe un articolo dedicato. In ogni caso, sintetizzando, crypto.com offre due servizi principali a cui ognuno è stato dedicato un token.

  • App + carta di debito: la loro applicazione mobile viene utilizzata per detenere dei token e per poterli spendere con la carta di debito. Inoltre, depositando delle cryptovalute e vincolandole per un certo periodo, si potrà guadagnare degli interessi sui depositi, come si può vedere in foto. Detenere il loro token legato a questo circuito, MCO, permette di avere degli interessi maggiori sul deposito di criptovalute, ma anche di richiedere la carta di debito. Anche la carta ha dei vantaggi, infatti offre dei cashback in base al tipo di carta che si sceglie. In pratica, per ogni acquisto con la carta ti viene rimborsata una percentuale di quanto hai speso, nella loro criptovaluta. Per richiedere questa carta, occorrerà vincolare un certo numero di token MCO per sei mesi e verificare la propria identità. Infine, crypto.com offre un ricco servizio di referral, ad esempio seguendo questo link e scaricando l’applicazione riceveremo entrambi 50$ in MCO, vincolati fino a che non deciderai di ordinare la carta, sempre se deciderai di farlo. Non esistono vincoli invece, per il semplice utilizzo dell’applicazione e per tutti gli altri vantaggi.

  • Exchange: la criptovaluta nativa di questo ecosistema si chiama CRO, e serve per ottenere dei benefici sull’exchange. In primo luogo, depositando una qualsiasi somma nell’exchange, verranno subito depositati in regalo sul conto un quantitativo di CRO pari al 2% come bonus, vincolati per sei mesi. Vincolando ulteriori CRO fino a raggiungere le 10000 unità, si avranno ulteriori benefici, oltre che sulle commissioni per la compravendita, anche sui nuovi listing di criptovalute. Questo processo, chiamato “the syndicate”, permette di accedere ad uno sconto del 50% sulle nuove criptovalute listate, garantendo un acquisto ad un prezzo molto inferiore a quello di mercato. Inoltre, per i primi 90 giorni le commissioni per nuovi utenti sono pari a zero e detenere il loro token permette un interesse del 18% all’anno pagato in CRO. Infine, l’exchange permette di guadagnare una piccola percentuale di interessi anche sulle altre criptovalute non vincolate sul loro exchange, senza contare che i costi delle commissioni sono molto bassi.

Questi sono i motivi del suo recente successo, infatti l’ecosistema di crypto.com è uno dei più completi e più remunerativi in termini di deposito delle criptovalute, nonché probabilmente l’unico che paga degli interessi semplicemente per detenere le criptovalute nel loro exchange. Tuttavia, recentemente, crypto.com e la sua app, sono stati coinvolti nello scandalo di Wirex Card, società emittente delle carte di debito che ha dichiarato un ammanco di 2 miliardi di dollari nel bilancio aziendale.

Sebbene questo scandalo abbia influenzato tutti i servizi inerenti alle carte di debito nel settore, crypto.com ha dichiarato che i fondi detenuti sull’applicazione non sono stati intaccati in alcun modo. Inoltre, la società si è mossa subito per risolvere il problema assicurando ai suoi utenti la continuazione del servizio e l’inizio della ricerca di altri partner. Restano ancora alcuni dubbi, anche se il problema principale è nato dal circuito VISA di Wirex appartenente alla finanza tradizionale e non dall’ecosistema di crypto.com, che ha sempre funzionato bene e ha dimostrato di rispondere velocemente ai problemi.

Immagine che contiene screenshot  Descrizione generata automaticamente

Bitfinex

Immagine che contiene screenshot, monitor, schermo, cellulare  Descrizione generata automaticamente

Uno dei primi exchange ad aver conquistato il mercato delle cryptovalute, Bitfinex è stato posto molte volte all’attenzione del pubblico. Questo principalmente per due motivi. In primo luogo, per l’hack avvenuto nel 2016 in cui sono stati rubati all’exchange oltre 100.000 bitcoin dal controvalore all’epoca di 72 milioni di $, successivamente restituiti agli utenti dalla piattaforma stessa. In secondo luogo, per la creazione di Tether, una criptovaluta stabile legata al dollaro che oggi conta una capitalizzazione di oltre 9 miliardi di $. Anche questa criptovaluta è stata vittima di controversie, ma nonostante ciò, viene utilizzata in tutto il mondo da parte di tutti gli exchange più importanti, dimostrandone la sua utilità.

L’exchange, con il passare del tempo, ha lanciato il proprio token chiamato LEO, la quale permette di beneficiare sui loro servizi offerti. Inoltre, Bitfinex offre commissioni sulle transazioni molto basse ed un servizio impeccabile, permettendo di creare ordini molto avanzati ma in modo intuitivo, semplificando l’attività di trading. Tuttavia, consiglierei Bitfinex a chi vuole fare trading in modo professionale, ad esempio per la costruzione di un trading system.

Immagine che contiene sedendo, verde, computer  Descrizione generata automaticamente

The rock Trading

The rock trading è il primo exchange di criptovalute creato al mondo, nato in Italia. Questo exchange si è concentrato molto sulla sicurezza e sulla trasparenza per i propri utenti, offrendo un ottimo servizio per comprare e vendere criptovalute. La sua longevità ne dimostra l’efficacia, infatti non è mai stato hackerato. Ultimamente ha rinnovato completamente il design del suo sito per dare un’esperienza migliore all’utente nell’acquisto di criptovalute. Sebbene non sia liquido come gli altri (è un po’ più difficile trovare un compratore o un venditore), comprare bitcoin è molto semplice e veloce. Inoltre, le commissioni molto basse, allo stesso livello degli exchange molto più grandi che abbiamo citato in precedenza. Infine, il servizio di assistenza è ottimo e in lingua italiana. Assolutamente consigliato per le prime esperienze con le criptovalute!

Immagine che contiene screenshot  Descrizione generata automaticamente

Considera che queste sono solo alcune delle opzioni possibili, con lo sviluppo dell’ecosistema delle criptovalute sono cresciute moltissime piattaforme di scambio. Solo per citare altri esempi di exchange validi troviamo Kraken, Kucoin, Bittrex, Bitstamp e molti altri. Fai comunque attenzione ed informati adeguatamente prima di spostare i tuoi soldi.

Come acquistare su exchange in pratica

Adesso che hai deciso quale exchange utilizzare, vediamo come fare in pratica per acquistare delle criptovalute. Per semplicità useremo Coinbase come riferimento, ma i passaggi sono molto simili per ogni crypto e ogni altro exchange. Imparando il meccanismo, potrai spostarti su qualsiasi piattaforma vorrai utilizzare.

Iscrizione all’exchange.

Immagine che contiene screenshot  Descrizione generata automaticamente

Iscriviti all’exchange con la tua mail e compila tutti i dati richiesti. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione, in modo simile a tutti gli altri servizi. Una volta iscritto potrai accedere al tuo conto, completare la verifica della tua identità ed effettuare il primo deposito. Nel lontano 2017, non c’erano molte restrizioni nei mercati delle criptovalute, tuttavia, al giorno d’oggi a molti exchange è richiesto di effettuare il KYC (know your customer), al fine di regolamentare gli scambi ed evitare il riciclaggio di denaro.

Inviare il bonifico.

Per inviare il bonifico accedi alla pagina “portafoglio” e clicca su EURO, vedrai sulla destra l’opzione di deposito. Clicca nuovamente per scegliere il metodo di pagamento ed effettuare il deposito.

Immagine che contiene screenshot  Descrizione generata automaticamente

Completando i dati, ti verrà fornito un codice identificativo da inserire nel bonifico, in modo tale che il tuo trasferimento possa essere riconosciuto da Coinbase. Assicurati che tutti i dati siano corretti, prima di inviare il denaro. Una volta effettuato il bonifico dalla tua banca, dovrai aspettare qualche giorno che il deposito sia completo.

Effettua lo scambio da Euro a criptovalute.

Per comprare criptovalute, vai su “prezzi”, clicca sulla crypto desiderata e poi “acquista”. Vedrai la schermata dell’anteprima dell’ordine, dove ti verrà mostrato l’importo e il costo delle commissioni insieme al resto delle informazioni. Cliccando su acquista verrà effettuato l’ordine a mercato.

Immagine che contiene screenshot  Descrizione generata automaticamente

Quale wallet utilizzare?

Una volta acquistati, i bitcoin e le altre criptovalute dovrebbero essere tenuti al sicuro in un wallet. Infatti, come per le banche, depositare in un exchange significa ottenere in cambio una IOU (I owe you), un credito nei confronti dell’istituto. In altre parole, se l’exchange fallisce o viene hackerato, i tuoi fondi sono persi e difficilmente potrai recuperarli, per cui il tuo credito si azzera, come ha dimostrato la storia di Mt.Gox. Per questo motivo è molto importante che detieni le chiavi pubbliche e private nel tuo wallet, se non le possiedi i soldi non sono tuoi.

Allo stesso modo degli exchange, ogni wallet ha le sue caratteristiche, per cui esistono diversi gradi di sicurezza per tenere al sicuro le proprie monete. In genere, possiamo suddividere in due categorie: gli hot wallet (software) e i cold wallet (hardware).

Per fare un paragone, gli hot wallet sono l’equivalente del taccuino. Uno potrebbe decidere di riporvi solo una piccola somma per le spese quotidiane e decidere di lasciare tutto il patrimonio in cassaforte, ovvero nel cold wallet. Questo perché, in genere, gli hot wallet offrono qualche grado di sicurezza minore, per guadagnare in facilità d’uso e trasferibilità. Inoltre, la maggior parte degli hot wallet sono gratuiti, mentre i cold wallet hanno un costo, che può essere giustificato per proteggere cifre più importanti.

Alcuni ottimi hot wallet

Eidoo

Immagine che contiene screenshot  Descrizione generata automaticamente

Il wallet di Eidoo è multicurrency, ovvero, oltre che Bitcoin, supporta tutti i token che si basano sulla Blockchain di Ethereum. La piattaforma offre anche la possibilità di monitorare il proprio portafoglio, di scambiare dei token in modo decentralizzato e molto altro. Hanno addirittura una carta di debito collegata al wallet, con la quale spendere le criptovalute in modo decentralizzato. Gli sviluppi sono costanti e il team continua ad innovare l’applicazione, che può essere scaricata qui sia per mobile che per desktop.

Samourai

Immagine che contiene recinto, edificio, tavolo, città  Descrizione generata automaticamente

Questo wallet, nato da degli sviluppatori attivisti anonimi, si concentra sulla la privacy delle nostre transazioni con bitcoin attraverso un meccanismo di mixing. Infatti, la blockchain, essendo pubblica, ci espone potenzialmente a degli attacchi informatici ma anche a possibili persecuzioni. Per questo motivo è molto importante proteggere la privacy e samourai wallet viene incontro proprio a questa nostra esigenza. Attualmente è disponibile per mobile su Android, ma è in corso di sviluppo la versione per IoS.

Greenbits

Il wallet di greenbits può conservare unicamente Bitcoin, ma è molto semplice da utilizzare e consente di impostare un buon grado di sicurezza sui tuoi fondi. La semplicità e la chiarezza sono i suoi punti di forza.

Alcuni ottimi Cold wallet

Ledger

Immagine che contiene monitor, fotografia, diverso, sedendo  Descrizione generata automaticamente

Trezor

Questi due hardware wallet sono i più conosciuti e i più diffusi, grazie ai loro trade off tra costi/sicurezza/semplicità d’uso. Inoltre, non richiedono grosse competenze per essere utilizzati, ad esempio puoi guardare queste guide su youtube, per il Legder, mentre questa per il Trezor.

Come trasferire crypto in pratica

Ora che hai scelto correttamente il wallet e installato l’applicazione vediamo come fare per transferire i tuoi fondi dall’exchange al wallet. Prima di tutto dovrai inizializzare il tuo wallet creando i tuoi indirizzi. Ad oggi, la maggior parte dei wallet utilizzano un sistema crittografico di chiavi gerarchiche deterministiche, in sostanza, da una chiave che dovrai memorizzare, verranno creati tutti i tuoi indirizzi. Il software genererà così la tua chiave master composta da 12 o 24 parole casuali, che ti servirà per avere accesso a tutti i tuoi fondi. Mettere al sicuro queste parole è la parte più importante di tutto il processo, perché esse rappresentano la tua prova sulla proprietà delle criptovalute, per cui fai in modo di conservarle e di fare un backup. Una volta compilati i dati ed impostata la password, dovresti ottenere una schermata come questa sotto a sinistra (prendendo come esempio il wallet Eidoo):

Dopodiché dovrai cliccare su “Bitcoin”, cliccare su “deposito” e otterrai il QR code del tuo indirizzo, simile a all’immagine qui sopra a destra. Il QR code e l’indirizzo sono univoci e sono l’indirizzo a cui arriveranno le criptovalute, in modo analogo al codice bancario IBAN.

A questo punto, dovrai tornare sull’exchange, cliccare su “Invia” o “ritira” e ti verrà chiesto l’indirizzo di spedizione. Copia l’indirizzo generato dal wallet e incollalo nell’indirizzo di spedizione dell’exchange, assicurandoti che sia identico a quello del tuo wallet. Dopodiché potrai cliccare su invia e confermare, da li partirà la tua transazione sulla blockchain con destinazione il tuo wallet. Con questo meccanismo potrai spostare i tuoi fondi dovunque vorrai.

Solitamente per bitcoin, ritirare i fondi richiede dai 10 minuti a mezz’ora ma molto dipende dalla congestione del network. Se ti sembra un meccanismo lento, pensa però che è il più sicuro e decentralizzato al mondo e poi pensa a quanto ci ha impiegato la banca a fare il tuo bonifico. Una volta arrivati i tuoi fondi, nessuno potrà rubarteli e nessuno potrà impedirti di effettuare una transazione. Puoi anche controllare la tua transazione sulla Blockchain seguendo il tuo indirizzo e aspettando la conferma, come in questo esempio.

Immagine che contiene screenshot  Descrizione generata automaticamente

Ecco fatto! Complimenti, se mi hai seguito fino a qui sei un possessore ufficiale delle chiavi di bitcoin! Ora non resta altro che holdare, e se vorrai, spendere per le cose che ami con i tuoi bitcoin e con le altre criptovalute.

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *