Agosto 2, 2020 Luigi Travaglini

2gether: il boom e poi l’attacco hacker

Dal 1° agosto non è più possibile accedere all’app 2gether a causa di un presunto attacco hacker. Vediamo cosa sta accadendo.

2gether: cosa offre

L’app spagnola vanta un’importante collaborazione con VISA, permettendo agli utenti di acquistare crypto con carte, al reale prezzo di mercato, senza costi di commissione aggiuntivi. Disponibile alla compravendita non solo Bitcoin, ma anche altre altcoins, tra le più conosciute e capitalizzate. La novità più interessante è la carta di debito dell’app stessa, nativa crypto, che permette di spendere le criptovalute acquistate e depositate sul conto. Progetto simile a quello di Coinbase card, a quello di Crypterium o alla carta dell’exchange Crypto.com. L’obiettivo è rendere facilmente spendibili e sempre più fruibili nel quotidiano le nostre criptovalute. Davvero un peccato, perché il 90% di queste iniziative ha ancora grossi problemi, chi per un motivo chi per un altro.

Il presunto attacco hacker

Dopo aver intensificato la sua attività anche in territorio italiano, dal 31 di luglio molti utenti hanno riscontrato problemi nella fase di login del proprio account 2gether, tanto da far presagire un possibile Scam dell’app stessa. A fare chiarezza è stata proprio la stessa 2gether con un tweet del giorno dopo, dichiarando di aver subito un attacco hacker.

Wallet ed account in euro sono al sicuro. Gli account di investimento in cripto compromessi. Il valore in crypto sottratto ammonterebbe a circa 1.3 milioni di euro, Il token di proprietà 2GT non sembrerebbe essere stato compromesso. Nomi utenti e password di tutti gli account compromessi. Anche se criptati si raccomanda di cambiarli, soprattutto se utilizzati anche su altre piattaforme.

Il futuro speriamo sia roseo

Le carte cripto per adesso lasciano un sapore amaro in bocca. Le aspettative non sono state ancora mantenute. Il problema principale è proprio la detenzione dei saldi. Tutte le piattaforme detengono le chiavi private dei portafogli. I nostri saldi saranno sempre nostri, ma non troppo… 

Aggiornamento 03/08/2020

Questa la comunicazione da parte del CEO di 2gether

Ago 2, 2020 – 20:00h Dear Founders,

As you know, since last Friday July 31, we’ve been managing an extremely difficult situation which has brought us all a lot of uncertainty, caused by the hacking of a substantial part of all the cryptocurrencies available in the 2gether user accounts.

From the moment we became aware of the attack, we’ve been fighting nonstop on different fronts. First, we worked on stopping the hit, limiting the theft to ~€1.183M (which amounted to 26.79% of the positions in the user accounts in Kraken) and preserving the integrity of the euro accounts, the BTC & ETH wallets, and the 2GT accounts. In the two days following the attack, we’ve been working on finding the funds needed to cover all positions. More specifically, and until a few minutes ago, we’ve been working with an investment group with which we sadly haven’t been able to reach an agreement.

As this was going on, we’ve been trying to share with you the most recent updates with total transparency, but still avoiding giving you fake expectations, as we didn’t have enough funds to cover said positions.

At this point, we want to offer you the solution that offers the best guarantees for your funds: we want to compensate the amount of stolen cryptocurrency (26.79% of your position before the attack) with a volume in 2GT equivalent to the issuance price of 5 cents. On top of that, we commit to keep looking, at top capacity and as soon as possible, for additional funds to make up for every single one of your cryptocurrencies. That way you’ll be able to get back the totality of your positions, and the equivalent value in 2GT tokens at issuance price.

We can assure you, with a great deal of chagrin, that if we could face this theft with our own funds, we would. In fact, we’ve been working nonstop for the last 48 hours to achieve it. It hasn’t been possible and we don’t want to delay a reply any longer.

2gether keeps being a great project that some soulless individuals have tried to thwart, but we’re confident that with your understanding and your help, we’ll move on.

Since last Friday, and while we were looking for a solution for your funds, the technical team has been working on re-establishing the app’s service with all the guarantees that there are no weaknesses, so that you can access your funds and operate freely. It’s not an easy job and, on top of that, we’re working with an external team of experts. The app will be back up as soon as possible and with all the security measures available.

In the next few days we’ll organize an AMA (Ask Me Anything) session to clarify all your questions. We hope you can see these hard times and adverse events compensated soon, whether you decide to give us the vote of confidence we’re asking you for or not.

Salvador Casquero (Chairman), Ramón Ferraz (CEO) y Luis Estrada (Director)

in pratica hanno provato a raccogliere fondi tramite venture capital ma non hanno trovato un accordo, molto probabilmente la richiesta di equity era molto elevata.

Rimborseranno gli utenti tramite stesso controvalore della perdita in token 2GT. Token che al momento non è listato in nessun exchange. Molto il malcontento all’interno della community. Ancora l’app è offline.

,
Luigi Travaglini

Luigi Travaglini

Giovane imprenditore, laureato in Economia e management, all'interno del mondo cripto dal 2013 e già da tenera età considerato uno smanettone informatico. La fusione tra gli studi classici e la passione per l'attuale Fintech e computer science lo ha portato ad intraprende un percorso come Miner di criptovalute. Da lì Luigi incontra per la prima volta il mondo cripto per non abbandonarlo mai piu. Attualmente sviluppa progetti, divulga, e fornisce assistenza e formazione in ambito cripto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *